STOP AGLI AMMINISTRATORI “PER CASO”
15925
post-template-default,single,single-post,postid-15925,single-format-standard,bridge-core-2.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-20.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive,elementor-default
 

STOP AGLI AMMINISTRATORI “PER CASO”

STOP AGLI AMMINISTRATORI “PER CASO”

Il sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone presenterà un disegno di legge a tutela dei condomini. 
Dal 2019, infatti, l’amministratore di condominio potrebbe diventare una professione certificata e sottoposta ad iscrizione ad albi o registri. 
L’intervento avrà lo scopo di rafforzare la professionalità degli operatori a vantaggio anche della serenità degli abitanti dei complessi condominiali che oggi spesso si trovano, loro malgrado, in balia di gestioni poco chiare e disorganizzate. 
Dopo l’introduzione dell’obbligo formativo, l’intento è di giungere ad un livello di professionalità più elevato, passando anche attraverso un sistema di controlli effettivi e periodici di autorità competenti come gli uffici giudiziari.

No Comments

Post A Comment