WORK FOR EQUITY: RETRIBUZIONE IN QUOTE O AZIONI PER DIPENDENTI E PROFESSIONISTI
15792
post-template-default,single,single-post,postid-15792,single-format-standard,bridge-core-2.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-20.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive,elementor-default
 

WORK FOR EQUITY: RETRIBUZIONE IN QUOTE O AZIONI PER DIPENDENTI E PROFESSIONISTI

WORK FOR EQUITY: RETRIBUZIONE IN QUOTE O AZIONI PER DIPENDENTI E PROFESSIONISTI

Si tratta di una forma alternativa di retribuzione per dipendenti o professionisti, quali avvocati, commercialisti e notai, che consiste nell’attribuzione di quote o azioni in cambio di lavoro, con l’assunzione, da parte del lavoratore-professionista, del rischio collegato ai risultati raggiunti dall’impresa.
Tale tipologia di rapporto trova la sua collocazione all’interno della normativa nazionale sulle start up innovative e incubatori certificati (art. 27 del D.L. n. 179/2012), consentendo di conseguire un risparmio fiscale, rappresentato dall’esenzione da imposte e non concorrenza alla formazione del reddito imponibile in capo ai percettori che prestino i loro servigi in favore, per l’appunto, di start up innovative.

No Comments

Post A Comment